Giovedì 8 febbraio 2018 alle ore 18:00 presso il Teatro San Carlino di Brescia (Corso Matteotti, 6) si terrà il Convegno "KINTSUGI L'arte di riparare le ferite" organizzato dall'associazione federata E.S.A. Educazione alla Salute Attiva Onlus, un’associazione di donne volontarie impegnate nella sensibilizzazione alla cura della salute, con particolare attenzione alla prevenzione del tumore al seno in giovane età.

Il 3 febbraio 2018, durante la riunione annuale COMU (Collegio Oncologi Medici Universitari) che si terrà presso il Centro Congressi Torino Incontra (Via Nino Costa 8, Torino), un’intera sessione sarà dedicata al “Rapporto con i pazienti e le loro Associazioni”. 

Engage2Advocate

Engagement e patient advocacy: il ruolo delle associazioni nella medicina partecipativa - #Engage2Advocate è un corso destinato ai rappresentanti di Associazioni di pazienti, di Associazioni di caregivers/famigliari e/o di Associazioni di volontari attivi nella promozione della salute/sostegno a pazienti, che si propone di offrire una formazione specialistica a rappresentanti di Associazioni di pazienti, familiari e cittadini che vogliano divenire promotori di un cambiamento culturale nella direzione de una concreta realizzazione della partecipazione e dell’engagement delle persone in sanità.

Sabato 20 gennaio 2018 alle ore 9.00, a Roma presso l' Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia in Via Pietro Cossa 40, L'Associazione IRENE organizza il Convegno I diritti dei malati di tumore cerebrale: esperienze di continuità assistenziale nella regione Lazio.

MRM

FAVO e le associazioni federate ricordano Marina Ripa di Meana con grande affetto e stima.

Marina fu vicina alla Federazione sin dalla sua fondazione nel 2003 e successivamente, in ripetute occasioni, portò la sua testimonianza di malata di cancro che ha voluto caparbiamente continuare a vivere la propria vita dopo la diagnosi e durante le terapie.

Nel 2007 a Napoli, in occasione della II Giornata Nazionale del Malato Oncologico, fu premiata con il Cedro d’Oro . Il Cedro d’Oro è un omaggio che FAVO dona alle persone meritevoli per mostrare la gratitudine delle associazioni dei malati verso chi, disinteressatamente, li rappresenta e li appoggia. A Marina il premio fu assegnato “per non aver mai nascosto la malattia che l’aveva colpita e per averne fatto un punto di forza della propria vita”. Ne è la prova la fierezza con cui ha sempre affrontato il cancro, continuando a vivere pienamente.