FAVO plaude alla Regione Puglia, prima in Italia ad abbattere le barriere burocratiche che ostacolano il celere accesso ai dispositivi medici da parte dei pazienti stomizzati, laringectomizzati e prostatectomizzati

La FederazioneItaliana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (F.A.V.O) è da sempre impegnata a livello nazionale, attraverso l’opera del Vice Presidente Francesco Diomede, a promuovere iniziative per abbattere le barriere burocratiche che ostacolano l’accesso da parte dei pazienti stomizzati, laringectomizzati e prostatectomizzati ai dispositivi medici, indispensabili per una buona qualità di vita.

A tal riguardo, il Direttivo di FAVO esprime viva soddisfazione per il risultato raggiunto nella Regione Puglia a seguito della mozione a firma dei Consiglieri Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco, ritenendola una buona pratica da replicare nella altre realtà regionali.

Tale provvedimento prevede che gli specialisti operanti nelle strutture pubbliche e convenzionate della Regione Puglia comunichino l’avvenuta prescrizione dei dispositivi medici al sistema informatico regionale che, preso atto della prescrizione, trasmette l’ordine d’acquisto direttamente al distretto sanitario e all’azienda fornitrice dei dispositivi medici, con l’obbligo per la stessa di provvedere alla consegna domiciliare.

Lo stesso provvedimento autorizza anche i medici di famiglia a rinnovare la prescrizione specialistica alla sua scadenza annuale.

La mozione è il risultato di un’intensa collaborazione tra l’Associazione Italiana Stomizzati (AISTOM), l’Associazione Pugliese Stomizzati (APS) - entrambe molto attive nel Comitato F.A.V.O Puglia - e le Istituzioni locali, a dimostrazione di un’attenzione sempre crescente verso azioni mirate ad alleggerire il carico della malattia e a sostenere i pazienti nella loro battaglia contro il cancro.

Roma, 25 luglio 2019

Ufficio Stampa FAVO

Pin It