Il progetto Una rete per il malato oncologico è suddiviso in due progetti specifici: “Assistenza domiciliare, hospice e cure palliative” e “Riabilitazione, orientamento e accompagnamento ai servizi”.

Settore ed area di intervento
Assistenza a pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente invalidanti e/o in fase terminale

 

Progetto "Una rete per il malato oncologico- Assistenza domiciliare, hospice e cure palliative 2016"

Obiettivo generale
Maggiore corrispondenza tra domanda e offerta di assistenza domiciliare, cure palliative e hospice.

Obiettivi specifici

  • Maggiore presenza di personale adeguatamente formato nei territori target;
  • Migliore offerta quantitativa e qualitativa dell’assistenza domiciliare, cure palliative e hospice nei territori target;
  • Consentire ai malati un’esistenza il più possibile autonoma e serena presso il proprio domicilio o in un ambiente protetto e dedicato (hospice);
  • Maggiore omogeneità territoriale attraverso una migliore offerta di assistenza domiciliare, cure palliative e hospice in territori che ne sono carenti.

Attività dei volontari
I volontari, a seconda dell’associazione in cui andranno ad operare, saranno coinvolti in attività di:

  • supporto nella gestione di un “punto di accesso” per la prima accoglienza;
  • presa in carico dei bisogni degli utenti che richiedono i servizi offerti dalle Associazioni;
  • partecipazione attiva agli incontri di formazione sulle tematiche correlate alla malattia oncologica;
  • supporto alla pianificazione e coordinamento degli interventi di assistenza in relazione alle esigenze territoriali;
  • inserimento nelle équipe interdisciplinari delle associazioni;
  • partecipazione agli incontri di supervisione;
  • consegna e ritiro al domicilio del paziente di presidi sanitari, prelievi ematici, ecc.
  • servizi di compagnia, intrattenimento e accompagnamento al malato.

 

Progetto “Una rete per il malato oncologico - Riabilitazione, orientamento e accompagnamento ai servizi 2016”

Obiettivo generale 
Offrire ai malati oncologici il recupero e/o il mantenimento della massima autonomia fisica e relazionale, garantendo loro la migliore qualità di vita possibile.

Obiettivi specifici

  • Migliorare la raggiungibilità dei luoghi di cura e di riabilitazione per i malati.
  • Sostenere e orientare pazienti e familiari, aumentandone la consapevolezza riguardo alle possibilità terapeutiche/riabilitative
  • Migliorare le possibilità di accesso ai luoghi di cura per malati anziani, con disabilità o non-autosufficienti nei territori target del progetto
  • Aumentare la presenza di servizi di riabilitazione fisica e oncologica.

Attività dei volontari

I volontari, a seconda dell’associazione in cui andranno ad operare, saranno coinvolti in attività di:

  • studio del contesto in cui l’associazione è inserita e delle esigenze dei malati anziani/con disabilità/non autosufficienti;
  • supporto alla gestione del punto d’accesso per malati e famiglie e interfaccia con gli stessi;
  • accompagnamenti dei malati da e per i luoghi di cura e riabilitazione;
  • partecipazione agli accompagnamenti dei malati provenienti da fuori regione attraverso il servizio navetta;
  • collaborazione all’attivazione di sportelli/centri d’ascolto e orientamento dei malati e alla distribuzione di materiale informativo;
  • partecipazione alle attività di ludoterapia per pazienti pediatrici;
  • partecipazione attiva agli incontri di formazione sulle diverse e specifiche necessità degli utenti in oncologia;
  • partecipazione agli incontri di supervisione che ciascuna associazione organizzerà nella propria sede;
  • collaborazione per la predisposizione di adeguati spazi per la riabilitazione;
  • supporto all’équipe interdisciplinare che si occupa del servizio di riabilitazione oncologica.

Documenti e link

Pin It

Articoli correlati