Stampa
Email

Pubblicato Bando Servizio Civile Nazionale: FAVO apre il reclutamento per 4 progetti

scn web

E’ stato pubblicato sul sito dell’Ufficio per il Servizio Civile Nazionale (www.serviziocivile.it) il nuovo “Bando 2015 per la selezione di n. 18.793 volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all’estero” rivolto a giovani di età compresa tra il 18 e i 28 anni compiuti (per informazioni esaustive sui requisiti necessari per l’ammissione, è possibile consultare il Bando Nazionale 2015).

Il Servizio Civile Nazionale è un’opportunità di crescita personale offerta ai giovani che consiste in un impegno continuativo di 12 mesi per un fine solidaristico nell’ambito di specifici progetti con un rimborso mensile pari a 433,80 euro. La finalità principale del Servizio Civile Nazionale è quella di concorrere alla difesa della patria, non con mezzi militari, ma attraverso la realizzazione di principi costituzionali di solidarietà sociale, la promozione della cooperazione a livello nazionale e internazionale, la salvaguardia del patrimonio della Nazione – con particolare riferimento all’ambiente, il contributo alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani che vi partecipano.

Nell’ambito del Bando Nazionale 2015, FAVO recluta 183 volontari in 4 progetti:

ognuno dei quali prevede diverse sedi sul territorio nazionale.

La domanda (allegato 2 e allegato 3 - da consegnare a mano, tramite raccomandata a/r o tramite PEC unitamente alla copia di un documento di riconoscimento valido) deve pervenire presso la sede di interesse entro il 16 aprile 2015 alle ore 14:00, pena l’esclusione.

Ricordiamo che è possibile presentare domanda per un solo progetto di Servizio Civile e consigliamo di leggere attentamente il Bando prima di consegnare la domanda.

Stampa
Email

La Sanità è una e indivisibile! Appello delle associazioni di pazienti per la Sanità in Costituzione

modifica titolo quinto

La modifica del Titolo V della Costituzione, attualmente in discussione in Parlamento, rappresenta l’irripetibile opportunità di fare recuperare allo Stato centrale il diritto a esercitare i poteri sostitutivi nei confronti delle Regioni inadempienti nell’attuazione dei LEA. Tuttavia, il disegno di legge di riforma costituzionale attualmente in esame, pur riaffermando il primato dell'uniformità assistenziale, fa riferimento solo ai livelli essenziali dei diritti civili e sociali, trascurando quelli legati alla tutela della salute.

Leggi tutto...

Stampa
Email

La Camera approva l'Ordine del Giorno per una Sanità una e indivisibile.

La Camera dei Deputati, attualmente impegnata nell'esame della Riforma Costituzionale, ha approvato ieri un Ordine del Giorno presentato dall'On. Vargiu, che comprende l'emendamento, già presentato e respinto alla Camera, volto ad assicurare nella nuova Costituzione l’estensione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali anche a quelli sanitari.

Leggi tutto...

Focus

Le pubblicazioni di FAVO

Scopri le pubblicazioni di FAVO:

- Neoplasia e perdita di peso, sui problemi nutrizionali legati alla malattia

- Quando un figlio è malato, la brochure per i diritti dei genitori e delle famiglie

- Caregiversdieci consigli per chi aiuta il paziente oncologico

Leggi tutto... 

Giornata Mondiale contro il cancro - Presentata la Carta Europea dei Diritti dei Malati di Cancro

 World Cancer Day: il documento presentato a Strasburgo con la partecipazione del Commissario Europeo per la Salute, Tonio Borg

Leggi tutto... 

FAVO presenta osservazioni e proposte per l'applicazione della Direttiva sull'Assistenza Sanitaria Transfrontaliera

In occasione del Word Cancer Day, lo scorso 4 febbraio, FAVO ha inviato al Presidente della XII Commissione  Affari Sociali della Camera dei Deputati, l'on. Pierpaolo Vargiu, una memoria sintetica contenente le osservazioni e le proposte della federazione in merito al recepimento da parte dell'Italia della Direttiva 2011/24/UE sull'Assistenza Sanitaria Transfrontaliera.

Leggi tutto... 

Disponibile online il certificato per l'invalidità del paziente oncologico

Per semplificare e accelerare le procedure di accertamento dello stato di disabilità dei malati di cancro, a partire dal 15° Congresso dell’AIOM è disponibile on line sul sito INPS il modello di certificato riservato ai medici oncologi, voluto da FAVO, AIOM e INPS.

Leggi tutto... 
Logo F.A.V.O