Unione Volontari Assistenza Leucemici, Emopatici e Oncologici

UNIVALE nasce nel 1990 come associazione di volontariato per offrire un aiuto concreto ai pazienti leucemici ed emopatici ed alle loro famiglie.
Vive ed opera grazie al contributo fattivo ed economico di volontari e di istituzioni e delle iniziative volte alla raccolta di fondi nella Mostra Mercato in estate a Bormio.
Segue i casi che vengono segnalati da istituzioni o privati offrendo gratuitamente consulenza per il disbrigo di pratiche amministrative (per invalidità, cure domiciliari, etc), supporto psicologico ed aiuti economici alle famiglie. Il tutto con la massima discrezione, in punta di piedi, sempre pronta a offrire sostegno, rispettosa della sensibilità di pazienti e familiari.
Un servizio di particolare importanza e di grande valore è costituito dai trasporti protetti, effettuati tramite una convenzione con la CRI.
La maggior parte dei pazienti seguiti da UNIVALE è in cura presso vari centri specialistici fuori provincia dove si devono recare per sottoporsi ad accertamenti e chemioterapie. I trasferimenti sono molto faticosi per i pazienti ed i familiari che li assistono; le preoccupazioni per quanto dovrà avvenire, le ansie legate alle terapie da affrontare, le condizioni sanitarie spesso precarie, lo scoramento per i progressi lenti, le recidive, le sofferenze da affrontare rendono prezioso il non doversi preoccupare degli aspetti logistici del trasporto (guidare, arrivare in tempo, trovare un parcheggio).
In più il volontario, possibilmente sempre lo stesso, diventa un amico, un confidente discreto, disponibile se lo si desidera, rispettoso del silenzio e delle preoccupazioni di chi trasporta.
Ancora, è un conforto per i pazienti e genitori, provati dopo le terapie, stanchi per l'assistenza prestata spesso in condizioni di precari età e disagio, trovare un mezzo accogliente, una persona di fiducia cui affidarsi per un ritorno a casa in sicurezza.
Nel 2004 UNIVALE decide di allargare la sfera della sua attività a tutti i pazienti oncologici, estendendo la rete di protezione da un target ben definito, ad un utenza più vasta e di aprirsi a tutto il mondo dei pazienti oncologici della Valtellina.
Per essere vicina ed offrire un servizio più continuativo ed efficace agli ammalati la sede operativa si colloca all'interno del Servizio di Oncologia Medica dell'Ospedale di Sondrio e l'associazione si struttura per integrare le attività del reparto. Per realizzare questo progetto c'è bisogno di persone - i volontari - di strutture, di attività, che non possono essere episodiche e lasciate all'improvvisazione, perché il malato oncologico e la sua famiglia devono sapere che, quando hanno bisogno e chiamano un numero telefonico, dall'altra parte qualcuno risponde, si attiva, aiuta a trovare una risposta.
Servono operatori preparati, che vanno formati, motivati, supportati psicologicamente a capire le domande, spesso inespresse dei pazienti e a gestire le loro angosce; operatori integrati in una struttura all'altezza delle attese.
Realizza corsi di formazione per volontari che affiancano il personale dell'oncologia nell'assistenza ai malati, attiva un call center per fornire informazioni agli utenti, offre a volontari e personale il supporto di due psicologhe, permette ad uno specializzando di affiancare i medici nell'attività ambulatoriale.
Grazie alle donazioni ricevute informatizza il servizio, dota il Day Hospital di un sistema di climatizzazione e realizza, interamente tramite l'opera e il contributo di privati, il nuovo Ambulatorio di Oncologia ed Oncoematologia presso l'Ospedale di Sondrio, cosa che ha riscosso molto apprezzamento da parte degli utenti. Prevede la possibilità di estendere, se le risorse lo consentiranno, il servizio di trasporto dei pazienti.
UNIVALE nella sua opera non è sola: molte altre organizzazioni di volontariato hanno aderito al progetto "UNITI CONTRO IL DISAGIO" per armonizzare gli interventi, ciascuna mantenendo la propria peculiarità la propria storia, con il fine di offrire al malato un'assistenza la più globale possibile.
UNIVALE si è impegnata anche a sostenere altre Associazioni che operano in campo ematologico e dal 2004 ha parzialmente modificato il proprio statuto per allargare la propria attività anche a sostegno dei malati oncologici e non solo ematologici e per sostenere e promuovere la qualificazione professionale degli Operatori del settore (in particolare dell'Oncologia di Sondrio), l'aggiornamento professionale, il miglioramento di strutture e servizi a vantaggio dei pazienti e delle loro famiglie.
E' degli ultimi mesi la convenzione con un'altra associazione con sede principale a Lecco, per aiutarla, con nostre figure professionali, a non interrompere il supporto psicologico di pazienti in gran parte bambini emopatici, iniziato durante la loro degenza presso gli ospedali di riferimento.
UNIVALE per suo statuto si prende carico dei bisogni "non medici" di persone affette, da malattie ematologiche ed oncologiche ed aiuta le loro famiglie ad affrontare disagi di tipo logistico, psicologico, familiare, sociale, lavorativo, burocratico ed in questo senso può collaborare con altre Associazioni che assistono malati in ogni fase del loro percorso. Non a caso il 29/05/2004 ha promosso e siglato un patto di solidarietà e di mutua collaborazione in particolare con l'Associazione Chicca Raina, con le Associazioni Amici dell'Ematologia ed Amici dell'Hospice di Sondalo nell'ambito del progetto "Uniti contro il Disagio", che speriamo possa rendere le associazioni aderenti più forti, più visibili e più efficaci, ciascuna nel proprio ambito ed in piena autonomia.

UNIVALE si è posta il problema che crescere e fornire più servizi vuoi dire avere più risorse da investire in attrezzature, in formazione, in personale.
Questo può essere fatto solo se anche la società civile, tutti noi, ci impegniamo a mantenere vive le attività, tante, alcune già fatte, altre in cantiere, altre in progetto, per aiutare questi pazienti.
UNIVALE auspica di poter contare su una disponibilità e su una sensibilità sempre maggiori da parte di istituzioni, come la ASL - la cui buona volontà è dimostrata dall'istituzione di un Tavolo Provinciale di confronto con il Terzo Settore -, ma anche come altri Enti Locali (Comunità Montane, BIM - per la verità collaboranti nel 2005 -), Comuni, Provincia, Banche, mondo dell'imprenditoria, ecc..

 

Assistenza domiciliare, Consulenza legale, Formazione per volontari, Materiale informativo, Psiconcologia

Informazioni di contatto

Unione Volontari Assistenza Leucemici, Emopatici e Oncologici
UNIVALE
via Stelvio 10
S.O.C. di Oncologia Medica - Ospedale Civile Sondrio
23100
Sondrio
Sondrio
Lombardia
0342.211343
onlus@univale.it
www.univale.it
93004650144