Sabato 20 gennaio 2018 alle ore 9.00, a Roma presso l' Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia in Via Pietro Cossa 40, L'Associazione IRENE organizza il Convegno I diritti dei malati di tumore cerebrale: esperienze di continuità assistenziale nella regione Lazio.

MRM

FAVO e le associazioni federate ricordano Marina Ripa di Meana con grande affetto e stima.

Marina fu vicina alla Federazione sin dalla sua fondazione nel 2003 e successivamente, in ripetute occasioni, portò la sua testimonianza di malata di cancro che ha voluto caparbiamente continuare a vivere la propria vita dopo la diagnosi e durante le terapie.

Nel 2007 a Napoli, in occasione della II Giornata Nazionale del Malato Oncologico, fu premiata con il Cedro d’Oro . Il Cedro d’Oro è un omaggio che FAVO dona alle persone meritevoli per mostrare la gratitudine delle associazioni dei malati verso chi, disinteressatamente, li rappresenta e li appoggia. A Marina il premio fu assegnato “per non aver mai nascosto la malattia che l’aveva colpita e per averne fatto un punto di forza della propria vita”. Ne è la prova la fierezza con cui ha sempre affrontato il cancro, continuando a vivere pienamente.

L'Associazione Non Più Soli di Castrovillari attiva mensilmente dei laboratori di bellezza gratuiti a favore delle donne in trattamento oncologico, con lo scopo di aiutare le donne a ritrovare il sorriso allo specchio e dentro di sé.

Un convegno organizzato dall’Economist a Londra nel novembre 2017

programma favo donna low 001
Il 13 dicembre 2017, FAVO DONNA e Istituto Tumori di Bari organizzano un confronto interassociativo sulle problematiche femminili in oncologia presso la sala riunioni dell'Istituto stesso. Inoltre, il 12 dicembre, alle ore 16.00 presso la sede di FAVO Puglia (V.le Orazio Flacco 24 - Bari), è previsto un laboratorio di esperienze e di idee a confronto dedicato alle associazione aderenti a FAVO DONNA.
 
FAVO DONNA persegue l’obiettivo di assicurare la migliore qualità di vita alle donne colpite direttamente o indirettamente dal cancro, attraverso iniziative concrete ed efficaci di promozione e attuazione della tutela dei diritti, focalizzandosi su tematiche di carattere trasversale a tutti i tipi di tumore: dalla prevenzione alla medicina di genere, dal benessere psicologico e sessuale alla nutrizione in tutte le fasi del percorso di cura, dalla tutela del desiderio di maternità dopo il cancro alla cura dell'immagine corporea, dall'equo riconoscimento della disabilità oncologica nel rispetto della persona al diritto alla riabilitazione come parte integrante delle cure, dalla tutela del lavoro per lavoratrici malate o caregiver al diritto alle cure palliative ed alla terapia del dolore. FAVO DONNA per raggiungere questi obiettivi avverte la necessità di interagire con le “Reti Oncologiche Regionali”, gli “Istituti Tumori”, le Associazioni ed i movimenti femminili, al fine di istituire un “Comitato Interassociativo con le Donne e per le Donne”, che sviluppi argomenti e proposte innovative.