Il 22 marzo 2017 si terrà presso il Ministero della salute il convegno "TUMORI: la medicina di precisione cambia la lotta al cancro" organizzato dall'AIOM - Associazione Italiana Oncologi Medici. Per FAVO parteciperà il Direttore Laura Del Campo con un intervento sul ruolo dell’informazione e l’accesso ai test molecolari.

Il 7 marzo 2017 L’Istituto Tumori"Giovani Paolo II" è stato inserito in una rete di sei IRCCS per la creazione di un database virtuoso denominato "D.I.V.A.",il cui obiettivo è quello di riconoscere con largo anticipo una eventuale predisposizione genetica allo sviluppo dei tumori della mammella e dell’ovaio.

FAVO DONNA Manifesto social

COMUNICATO STAMPA

FAVO: l'8 marzo nasce FAVO DONNA per tutte le donne colpite direttamente o indirettamente da ogni tipo di tumore.

Roma, 8 marzo 2017 - Nasce FAVO DONNA, voluto dall’Assemblea della Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato Oncologico - F.A.V.O., il gruppo di lavoro vede la partecipazione attiva della rappresentanza femminile di 41 associazioni federate. FAVO DONNA persegue l’obiettivo di assicurare la migliore qualità di vita alle donne colpite direttamente o indirettamente dal cancro, attraverso iniziative concrete ed efficaci di promozione ed attuazione della tutela dei diritti e focalizzandosi su tematiche di carattere trasversale a tutti i tipi di tumore.

Antonio Aglione, Delegato Regionale FAVO Lombardia e membro del Comitato Esecutivo di FAVO, parteciperà il 10 marzo 2017 al Workshop dal titolo "Il Governo dell'innovazione farmaceutica: Modelli di gestione sostenibile dei farmaci oncologici innovativi ad alto costo". L'evento è stato organizzato da Motore Sanità e si terrà a Milano presso il Palazzo Pirelli (Sala Pirelli).

favo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla presentazione dell’ottavo rapporto sulla condizione dei malati oncologici in Italia da parte della FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), tenutasi, nel dicembre scorso, a Catanzaro nella sede della Cittadella regionale, il presidente Francesco De Lorenzo – nome ancora altisonante in campo medico e politico - ha sorpreso tutti con l’eloquente descrizione dello stato dell’arte nella cura e nella prevenzione della malattia del secolo.