Comunicazioni

News e comunicazioni

Stampa
Email

Nasce l'infrastruttura italiana "BBMRI-IT, Biobanche e Risorse Biomolecolari"

 

lo scorso 8 ottobre, a Verona, nell’ambito del convegno internazionale “Biobanche per il futuro”, è stata costituita la rete italiana “BBMRI-IT, Biobanche e Risorse Biomolecolari”.

Leggi tutto...

Stampa
Email

Serata di Gala per l'A.T.T.


Si rinnova l’appuntamento con “Insieme per l’A.T.T”, la serata di gala organizzata ogni anno dall’Associazione Tumori Toscana A.T.T. per raccogliere fondi a sostegno delle Cure Domiciliari Oncologiche gratuite ai malati della Toscana, federata FAVO.

Leggi tutto...

Stampa
Email

Finalmente online il certificato per il riconoscimento della disabilità dei malati oncologici

Durante l’ultima Giornata nazionale del malato oncologico era stata annunciata con grande soddisfazione l’imminente messa on line del certificato ad hoc preparato per i medici oncologi da FAVO, AIOM e INPS al fine di semplificare e accelerare le procedure di riconoscimento di disabilità dei malati di cancro.

Leggi tutto...

Stampa
Email

FAVO invitata al Congresso Europeo di Oncologia ECCO 2013 ad Amsterdam - Volontariato oncologico italiano leader in EU

 

FAVO:“A social and cultural revolution in cancer care: The italian experience based on an alliance among patients, health professionals and institutions”

Quasi 18000 delegati da 120 paesi, 3306 abstracts presentati (38% in più rispetto a  Stoccolma nel 2011), 44 relazioni su temi di forte attualità, 1000 presentazioni, 800 relatori invitati, 300 sessioni in 17 aule parallele, 168 presentazioni orali, 2200 poster presentati.

Sono questi i numeri del Congresso Europeo sul cancro organizzato congiuntamente dalla European CanCer Organization (ECCO) e dalla Società Europea di oncologia Medica (ESMO), e tenutosi ad Amsterdam dal 27 settembre al 1° ottobre 2013.

Numeri che danno l'idea della dimensione globale dell'evento, e che impreziosiscono ancora di più la partecipazione di FAVO selezionata, tra centinaia di altre organizzazioni di volontariato di altri paesi, per far conoscere le attività e i risultati ottenuti nel decennale impegno al servizio dei malati di cancro. L'esperienza di FAVO in Italia è stata grandemente apprezzata come modello di alleanza a 360 gradi tra i diversi attori del mondo dell'oncologia stimolati a collaborare a tutti i livelli grazie al forte impulso di aggregazione e cooperazione multidisciplinare portato avanti con caparbietà e costanza dalla FAVO. Il modello di alleanza tra volontariato, istituzioni e società scientifiche voluto da FAVO in Italia è stato considerato replicabile anche in altre realtà territoriali (come anche per altre patologie) dai rappresentanti intervenuti ad ascoltare la sessione ECCO dedicata all'advocacy delle associazioni di volontariato per i malati di cancro.

Al Congresso ECCO la FAVO è stata rappresentata da Elisabetta Iannelli, Segretario Generale della Federazione, la quale ha illustrato l'abstract selezionato dal titolo “A social and cultural revolution in cancer care: The italian experience based on an alliance among patients, health professionals and institutions”. Durante la relazione, Iannelli ha ripercorso le tappe principali che hanno portato alla costituzione dell'Osservatorio sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, fondato su un'alleanza che può vantare, ad oggi, il contributo del Servizio informativo Nazionale del Ministero della Salute, dell'INPS, delle Società Scientifiche (AIOM, AIRO, SIE, SIPO, SICO), dei medici di medicina generale (FIMMG), di Federsanità-Anci e del Censis. Proprio questa capacità di aggregazione di soggetti istituzionali, unica in Europa, ha permesso a FAVO di porre questioni di vitale importanza per la qualità di vita dei malati oncologici, ottenendo il raggiungimento di obbiettivi  di grande rilevanza. Proprio questi risultati hanno rappresentato il cuore della presentazione di FAVO al Congresso: dall'approvazione del Piano Oncologico Nazionale al riconoscimento al suo interno dell'importanza del supporto psicologico e del SION (Sistema Informativo nazionale in ONcologia), dalla riduzione dei tempi di accertamento dell'invalidità civile fino alla reversibilità da tempo pieno a tempo parziale (e viceversa) per i lavoratori malati di cancro nei periodi di terapia, dall'immediata disponibilità dei farmaci oncologici innovativi fino alle linee guida per i cancer survivor e alle informazioni per la preservazione della fertilità nelle donne malate oncologiche.

Il forte interesse suscitato dall'esperienza di FAVO dimostra che, come ha concluso Elisabetta Iannelli nella sua presentazione, anche a livello europeo "la costruzione di sinergie tra organizzazioni di pazienti, operatori sanitari e istituzioni è il modo più giusto ed efficace per cambiare in meglio la salute e la vita delle persone malate di cancro"

 

1376562 10201584716211391 1854572418 n

 Il Segretario Generale di FAVO, Elisabetta Iannelli, durante la presentazione

Stampa
Email

Voglia di Volare, spettacolo per l'associazione Non Più Sola di Pontedera

Presso il Teatro delle sfide di Bientina (PI), sabato 12 ottobre alle 21 andrà in scena lo spettacolo "Voglia di Volare", viaggio musicale sulle note dei Musicals più famosi, di melodie evergreen, di ritmi latino-americani, e non solo! Gli arrangiamenti e direzione corale sono a cura di Giorgio Di Presa, la Direzione artistica a cura di Cecilia Zaccagnini. L'ingresso è a offerta, e l’incasso sarà devoluto all’Associazione Oncologica “NON PIU’ SOLA” rivolta alle donne operate al seno in Valdera- sede di Pontedera - federata FAVO.

Logo F.A.V.O